Introduzione al metodo Kibbe

Vuoi capire come migliorare la tua immagine? Vuoi avere stile? Vuoi capire cosa ti valorizza in fatto di abbigliamento, make-up e hair-styling? Allora devi proprio partire da qua!


In questo articolo scopriamo cos'è il metodo Kibbe e perché è importantissimo conoscerlo per riuscire a progettare il nostro stile unico.


Gli esordi


Come abbiamo già visto nell'articolo precedente, David Kibbe, un famoso stylist newyorkese, ha ideato un metodo di analisi stilistica divulgato poi nel 1987 nel suo libro David Kibbe's Metamorphosis: Discover Your Image Identity and Dazzle As Only You Can.


Il suo metodo però non è completamente nuovo: è una rielaborazione di quella che comunemente viene chiamata "analisi stilistica Yin e Yang", già esistente a partire dai primi del 1900.


Metodo Kibbe: cos'è


In parole povere, il metodo di David Kibbe ci dimostra come ogni tipologia di corpo, detta "bodytype" o "archetipo", può essere valorizzata da un particolare stile.


In base alle linee del nostro viso e del nostro fisico, quindi, ci sarà uno stile che si armonizzerà meglio su di noi.


Con la parola stile, non si intende lo stile secondo la moda. Nella moda esistono tantissimi stili: casual, minimal, classico, romantico, fashionista, rock, solo per dirne alcuni. Piuttosto, qui lo stile è inteso come essenza stilistica, ovvero quello che la nostra immagine comunica e trasmette agli altri.


Sei audace? Sei dolce? Sei creativa? Sei gentile? Queste tue caratteristiche interne sicuramente possono essere visibili anche dall'esterno, in base ai lineamenti del tuo viso e del tuo fisico e al modo in cui decidi di vestirti.


La tua essenza di stile è il tuo biglietto da visita.

A differenza delle teorie tradizionali della consulenza d'immagine che valorizzano solo un pezzetto alla volta di noi (armocromia, body shape e facial shape) questo metodo si propone di riunire in un'unica seduta tutte queste analisi, oltre a una valutazione di obiettivi, gusti e personalità per valorizzare nel modo più completo possibile la nostra immagine, progettando uno stile che ci piaccia e che ci rispecchi.


Interessante, vero? Ma come funziona?


Come funziona il metodo Kibbe


In natura possiamo osservare due tipologie opposte di linee:

  • le linee YIN sono rotonde, morbide, corte e piccole

  • le linee YANG sono spigolose, rigide, lunghe e grandi

Osserva queste immagini per farti un'idea più chiara:


metodo Kibbe yin e yang

Questo è il concetto su cui si basa l'analisi stilistica Yin e Yang e, di conseguenza, anche il metodo di David Kibbe.


Ovvero: le stesse linee che osserviamo nella natura le possiamo ritrovare anche nel corpo umano.


Quindi la domanda a questo punto è: nel nostro corpo - dalla testa ai piedi - prevalgono linee Yin o linee Yang? Capire questa differenza ci aiuterà a valutare in modo oggettivo quello che la nostra immagine trasmette agli altri.


Ovviamente, sono veramente poche le persone i cui corpi rappresentano in modo perfetto questi due estremi. La maggioranza invece può trovarsi in una via di mezzo, per esempio avere tanti elementi Yin e pochi Yang, o viceversa, oppure può avere in percentuali identiche sia linee Yin che linee Yang.


Sulla base di questo ragionamento, il metodo Kibbe individua 13 archetipi dello stile, di cui 5 sono i principali, che hanno diverse percentuali di linee Yin e linee Yang.


Gli archetipi sono:

  • Dramatic (Estremo Yang)

  • Soft Dramatic (Estremo Yang con un po' di Yin)

  • Natural (Soft Yang)

  • Flamboyant Natural (Soft Yang con più Yang)

  • Soft Natural (Soft Yang con più Yin)

  • Classic (equilibrio tra Yin e Yang)

  • Dramatic Classic (equilibrio tra Yin e Yang con più Yang)

  • Soft Classic (equilibrio tra Yin e Yang con più Yin)

  • Gamine (contrasto tra Yin e Yang)

  • Flamboyant Gamine (contrasto tra Yin e Yang con più Yang)

  • Soft Gamine (contrasto tra Yin e Yang con più Yin)

  • Romantic (Estremo Yin)

  • Theatrical Romantic (Estremo Yin con un po' di Yang)

Il fascino infinito di questo metodo è che, una volta individuato il tuo archetipo, comprenderai come replicare le tue linee naturali nell'abbigliamento, nel make-up e nell'hair-styling per ottenere un effetto in tutto e per tutto armonioso.


Piuttosto che raggiungere la simmetria, come accade con le bodyshape, l'obiettivo del metodo Kibbe è quindi raggiungere l'armonia.


Pregi e difetti del metodo Kibbe


Fin qui tutto torna e la teoria è molto affascinante. David Kibbe ha persino elaborato un validissimo Test (di cui vi parlerò meglio nei prossimi articoli) che ci aiuta a comprendere la dominanza di linee Yin e linee Yang presenti nel nostro fisico e nel nostro viso.


In base ai risultati del Test possiamo appartenere a uno di questi 13 archetipi. L'unico problema è che il metodo Kibbe non comprende moltissime combinazioni.


Per esempio, se dal Test emerge che le tue linee sono prevalentemente Classic, con qualche linea Natural, tra i risultati non troverai mai "Classic Natural". Il risultato più affine a questo, secondo il metodo Kibbe, potrebbe essere "Dramatic Classic" ma i consigli stilistici che vengono proposti per questo archetipo non ti rappresenterebbero veramente.


Ecco perché il metodo più ampio Yin e Yang si discosta un po' dal metodo Kibbe, andando a creare tutte quelle combinazioni che in quest'ultimo non sono previste.


Come gli archetipi del metodo Kibbe, anche le essenze di stile del metodo Yin e Yang sono includono consigli su linee, silhouette, tessuti, motivi e colori.


Le essenze di stile furono introdotte per la prima volta negli anni '30 e '40 da due professori. A differenza del metodo Kibbe, in questo caso esistono 7 essenze principali:

  • Dramatic

  • Natural

  • Classic

  • Gamine

  • Romantic

  • Ingenue (Estremo Yin in scala ridotta)

  • Ethereal (Fusione tra Yin e Yang)

Conclusione


Trovo che il metodo Kibbe sia estremamente valido e completo per quanto riguarda l'individuazione dell'archetipo attraverso il Test e per i consigli di styling.


Bisogna ammettere però che il metodo Yin e Yang prevede più combinazioni e per questo motivo è ancora più completo. Penso che un mix di questi due metodi sia la giusta via di mezzo per progettare uno stile completo e personalizzato al 100%.


E tu cosa ne pensi di questo metodo? Fammelo sapere nei commenti!


Nei prossimi articoli ti spiegherò nel dettaglio i vari archetipi e i consigli di styling per ciascuna essenza stilistica. Non perderteli!